Sosteniamo lo sciopero nazionale delle operatrici e degli operatori sociali

Oggi sciopero… riceviamo e pubblichiamo

Il Coordinamento lavoratori e lavoratrici autoconvocati per l’unità della classe (CLA) esprime la propria solidarietà alle operatrici e agli operatori sociali che scioperano il 13 novembre contro le esternalizzazioni, gli appalti al massimo ribasso e contratti separati del privato sociale che rendono intollerabili le condizioni dei lavoratori e delle lavoratrici e scadenti i servizi per gli utenti, spesso soggetti fragili, a cui non è garantita la continuità dell’assistenza e della cura.

Continua a leggere “Sosteniamo lo sciopero nazionale delle operatrici e degli operatori sociali”

Presentazione del libro “Lo spillover del profitto” e dell’opuscolo Covid 19: “coronavirus” da un punto di vista di classe

Per chi non può essere presente, in fondo alla pagina vi è il link per seguire l’evento in diretta su YouTube.

Ora la guerra permanente si è svolta finora in aree capitalistiche semi-periferiche, come il Medio Oriente, l’Africa o l’Afghanistan, per cui sorge il sospetto che la pandemia da coronavirus possa costituire un surrogato della guerra permanente che coinvolge invece i paesi capitalisticamente sviluppati.

Continua a leggere “Presentazione del libro “Lo spillover del profitto” e dell’opuscolo Covid 19: “coronavirus” da un punto di vista di classe”

Covid-19: “coronavirus” da un punto di vista di classe

È in distribuzione il documento

Covid-19: “coronavirus”

da un punto di vista di classe

Crisi economiche, ristrutturazioni produttive, limitazione dei diritti sociali,
salute e sicurezza, ambiente: l’uso capitalista della pandemia
e le prospettive di lotta per una società socialista
PresentazioneDocumento

La pandemia da Covid-19 ha accentuato e messo in luce la crisi economica già in corso, i limiti e l’insostenibilità del modo di produzione capitalista e del modello di sviluppo sia a livello economico che sociale e ambientale.
La borghesia non ha alcuna intenzione di rinunciare ai suoi profitti e sta cogliendo l’occasione della pandemia per un’ulteriore ristrutturazione del modello produttivo che questa volta, però, oltre a un deciso peggioramento delle condizioni di vita e di lavoro del proletariato e delle masse popolari, richiede necessariamente l’attuazione di forme di limitazione delle libertà sociali e di aumento del controllo di massa e degli individui.

Continua a leggere “Covid-19: “coronavirus” da un punto di vista di classe”

Appello per l’unità di classe: per uno sciopero generale unitario e unico di tutto il sindacalismo di base e conflittuale!

Riceviamo e diffondiamo per la più ampia conoscenza il seguente appello, che è accompagnato da decine di firme di lavoratori/trici e delegati/e.

Anche quest’anno, come in quelli passati, stiamo assistendo ad azioni da parte di dirigenze del sindacalismo di base che rischiano di produrre un autunno con una ulteriore frammentazione dell’azione del sindacalismo conflittuale e la promozione di scioperi generali autoreferenziali ed in concorrenza fra loro.
A fronte delle evidenti difficoltà del sindacalismo conflittuale, del peggioramento delle condizioni di vita e di lavoro dei lavoratori e delle lavoratrici, della crisi sanitaria ed economica che il padronato ed il suo regime pretendono di scaricare sulle spalle del proletariato, le dirigenze del sindacalismo di base debbono abbandonare una pratica di divisione e di separazione della azione della classe lavoratrice che va a solo vantaggio del padronato, del governo, dei sindacati di regime.

Continua a leggere “Appello per l’unità di classe: per uno sciopero generale unitario e unico di tutto il sindacalismo di base e conflittuale!”