Tenetevi liberi! Teniamoci liberi …

L’assemblea nazionale promossa dai lavoratori ex Gkn – con notevole sforzo organizzativo – si è svolta nella bella cornice del parco di Villa Montalvo a Campi Bisenzio con la partecipazione di 500-600 tra lavoratori, organizzazioni politiche e sindacali, associazioni, movimenti e studenti.

L’assemblea segue la manifestazione del 26 marzo, una tappa nel percorso di rilancio del cambiamento delle forze tra capitale e lavoro. Nell’analisi è entrata a gamba tesa la guerra con le sue conseguenze su carovita e servizi sociali.

Sebbene l’introduzione abbia sottolineato il concetto di base dell’assemblea (evitare le passerelle ed entrare nel merito del confronto e della discussione) sono stati in pochi a seguire l’appello, anche perché troppo spazio è stato ‘offerto’ a rappresentanti politici che, al centro della loro attività, non hanno certo la centralità operaia.

Molti gli interventi in prevalenza di movimenti di base ambientalisti. L’occasione è stata anche un momento per solidarizzare con studenti e antifascisti colpiti dalla repressione a Torino, Genova, Firenze.

L’assenza del contributo di grandi fabbriche o fabbriche in crisi – è apparsa una contraddizione rispetto allo slogan “insorgiamo” e all’intento del Collettivo di fabbrica di allargare e convergere. L’intervento della ‘Gilbarco’, dove sono a rischio 70 posti di lavoro, è saltato forse perché richiesto tardivamente. Anche l’esperienza del CLA (Coordinamento lavoratori lavoratrici autoconvocati per l’unità della classe) è stata sottolineata nel proprio intervento.

In molti si sono pronunciati sullo sciopero del 20 maggio dei sindacati di base dichiarandosi favorevoli alla partecipazione con la precisazione che il problema è costruire un vero sciopero generale.

La questione dello sciopero politico contro il capitale e loro governi è stato ripreso anche nelle conclusioni insieme al legame con le lotte per il lavoro come parte integrante del cambiamento della società.

I tempi sono lunghi rispetto alla lotta contro il capitalismo e alla costruzione di classe.

Fuori dall’emergenza, dentro l’urgenza! è lo slogan che accompagna Insorgiamo! nel prosieguo della lotta e, come annunciato a dicembre ‘21, tenetevi liberi per marzo, l’obiettivo adesso è: tenetevi liberi per ottobre!

1 commento su “Tenetevi liberi! Teniamoci liberi …”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: