Che la terra ti sia lieve, compagno Alì

All’età di 61 anni, stroncato dalla crudele malattia pandemica, è morto il compagno Ali Muhammad Zahir Al-Orani, di cui piangiamo la perdita enorme.
Porgiamo le nostre condoglianze al compagno Ahmed Saadat, Segretario Generale del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina, di cui il compagno Alì era militante storico fin dal 1979, a tutti i suoi membri e sostenitori nella sua terra e nella diaspora, ai suoi cari familiari ed ai suoi tanti compagni ed amici, disseminati in Palestina, in Italia ed in Europa.

Ali-1
Ali Muhammad Zahir Al-Orani

Scomparso a Napoli, egli era nato a Beit Nuba (Ramallah) nel 1959. Vissuta la vile occupazione sionista nel 1967 e la distruzione completa del suo villaggio natale, era stato costretto ben presto all’esilio per le feroci persecuzioni perpetrate dai colonialisti sionisti, non potendo mai più far ritorno nella sua amatissima Palestina.
Giunto in Italia è stato membro dell’Unione Generale degli Studenti Palestinesi, organizzatore, animatore instancabile e partecipante alle iniziative, alle manifestazioni, a tutte le lotte a sostegno della causa palestinese e di tutti i movimenti di liberazione nel mondo intero.
Convinto e tenace assertore nella giustezza della causa palestinese, della l’inevitabilità della vittoria e del ritorno attraverso la Resistenza, ha sempre accompagnato con un sorriso e con un ragionamento stringente ogni momento di propaganda, dibattito, agitazione.
Ogni suo atto o decisione è stato improntato alla più pura coerenza, senza ombra alcuna di opportunismo, sacrificando sempre le condizioni stesse della esistenza sua e della sua famiglia.
Laureatosi alla Facoltà di Economia e Commercio della prestigiosa Università Federico II di Napoli, non ha potuto, per certi versi voluto, far valere neppure la sua enorme cultura, rinunciando a piegare la nettezza dei suoi convincimenti a qualsiasi compromesso di comodo.
Rimarrà ad esempio per le nuove generazioni del movimento operaio internazionale e del movimento di liberazione dei popoli per la sua solidità, la sua perseveranza nel perseguire gli obiettivi del ritorno in Palestina di tutti i profughi, della libertà e piena indipendenza della Palestina e del suo eroico popolo, della creazione dello stato palestinese democratico e laico sull’intero suolo della Palestina, con capitale indivisibile Gerusalemme.

Che la terra ti sia lieve, carissimo e amatissimo compagno Alì.

Fronte Militante per la Ricostruzione del Partito Comunista
Coordinamento Comunista Lombardia
Coordinamento comunista toscano
Piattaforma Comunista – per il Partito Comunista del Proletariato d’Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...